We –

Il petto è avvolto da una pesantezza ormai cara
Immagini scorrono troppo velocemente

Ogni
Cosa
Si
Dissolve.

Era la mia Sabina.
Era l’altra parte di me.
Era la persona con la quale mentire e dire ogni Verità.

Ogni ritratto dei giorni insieme ha pennellate violente
E indistinguibili.
Lacrime e acqua nella sorgente dei ricordi vuoti.
L’alcol che scorreva nelle vene quel giorno ci unì
E poi ci divise dopo un film d’amore.
Assenzio, Cure, Vanità.

Sarei disposta a rivivere ogni menzogna,
ogni distruzione interiore, ogni ripensamento,
ogni paura. Ogni idealizzazione. Ogni fitta al cuore.
Ti ricorderò sempre oscura e fragile e forte e debole
E piccola e grande e stupenda e impaurita e coraggiosa, sempre.

Insieme, eravamo qualcosa.
Insieme, eravamo qualcosa di nuovo.
Insieme, eravamo qualcosa di nuovo rispetto al passato.
Insieme, eravamo qualcosa di nuovo rispetto al passato tormentato
Di amore e di fragilità nascoste e obliate.
Insieme, eravamo amore.

Eravamo odio.
Eravamo noi.

Insieme, eravamo per sempre.
Insieme, perché eravamo novità.
Insieme, ascoltavamo versi.
Insieme, leggevamo musica.
Insieme, piangevamo.
Insieme, bevevamo caffè.
Insieme, abbracciate.
Insieme, ai piedi di un teatro.
Insieme, abbiamo scritto e abbiamo amato.

Ora, nulla.
Ora, ricordi.
Ora, delusione.
Ora, urla.
Ora, sguardi.
Ora, mai.
Oramai.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...