Love Poem pt.2 –

Mi risuona in mente
la tua voce: è un brivido
che lungo la schiena
corre e corre, si ferma
tra le scapole e…

Dolce uomo di un altro tempo,
donami il tuo amore:
ne farò lunghe vesti di
seta così da risplendere
nell’infinito universo.

Tra le stelle vagando
farò sfoggio di esso:
un tutt’uno col mio,
ineguagliabile simbolo
del noi.

Né Zeus né Atena ci
proteggono, ma il Grande
Dio generatore del Cosmo.

Creerò con gli astri tutti
un grande letto, Luna e

Sole ti faranno da cuscino
ed io sarò lì a desiderare* te.

*Etimologia della parola “desiderio”:
“L’etimologia del termine – dal latino de-, e sidus, “stella”, letteralmente, “cessare di contemplare le stelle a scopo augurale”, nel senso di trarne gli auspici e quindi bramare – allude più alla distanza tra il soggetto e l’oggetto di desiderio, e al moto dell’animo che li lega, che alla natura dell’oggetto stesso. ”
Tratta da http://www.treccani.it/enciclopedia/desiderio_%28Universo_del_Corpo%29

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...